I nomi delle sale di SteamCamp 2013

I nomi delle sale di SteamCamp 2013 sono tutti ispirati alla storia della scienza nel Lungo XIX Secolo. Scopriamo il loro significato.

Manzetti
La sala principale è dedicata a Innocenzo Manzetti (1826-1877), straordinario inventore italiano che troppo spesso viene dimenticato. Realizzò un automa capace di suonare il flauto usando fiato e dita nel 1848 e realizzò il primo telefono con cornetta funzionante anni prima di Meucci! Maggiori informazioni nell’esposizione e sul sito www.innocenzomanzetti.it

Tsiolkvosky
Konstantin Tsiolkovsky (1857-1935), russo, è stato il padre della missilistica sovietica. Nel 1897 scoprì la formula per il moto dei corpi con massa variabile, ovvero la formula usata tutt’ora per missili e razzi. Nel 1903 pubblicò l’Esplorazione dello spazio cosmico per mezzo di razzi, testo che ispirò i pionieri della corsa allo spazio, in particolare von Braun. Tsiolkovsky credeva che l’unica speranza di sopravvivenza per l’umanità fosse nel non rimanere esclusivamente sulla Terra ed espandersi nell’universo. Tsiolkovsky ipotizzò un ascensore spaziale nel 1895 per favorire la colonizzazione del cosmo.
Maggiori informazioni su Wikipedia in inglese.

Menabrea
Luigi Federico Menabrea (1809-1896). Giovane ufficiale del Regno di Sardegna che nel 1842, ispirato dall’idea della Macchina Analitica di Babbage presentata a Torino nel 1840, scrisse il primo articolo di informatica della storia.
Maggiori informazioni su Baionette Librarie.

Caselli
Giovanni Caselli (1815-1891) è il padre del pantelegrafo, l’antenato del fax. Il pantelegrafo (pantografo più telegrafo) era in grado di trasmettere tramite i cavi del telegrafo immagini, sfruttando una sincronizzazione a pendolo e l’uso di una carta e di un inchiostro speciale con cui disegnare le immagini da trasmettere (in particolare mappe militari). Il suo maggiore sostenitore fu Napoleone III e la sua sconfitta nel 1870 uccise la possibilità del pantelegrafo di diffondersi.
Maggiori informazioni su Baionette Librarie.

Schiaparelli
Giovanni Virginio Schiaparelli (1835-1910), astronomo, è particolarmente famoso per i suoi studi su Marte che diedero vita a un’abbondante lettura sui “canali di Marte”, soprattutto nel mondo anglosassone. Scrisse articoli di divulgazione scientifica, inclusi alcuni su Marte reperibili in eBook gratuitamente nella raccolta La Vita sul Pianeta Marte (disponibile su Progetto Gutenberg e Wikisource).
Maggiori informazioni su Wikipedia in italiano.

Torino 1884
Torino nel 1884 ospitò un’importantissima Esposizione Generale con un grande padiglione dedicato all’alta tecnologia del periodo, le scienze elettriche, in cui l’Italia era tra i paesi scientificamente più avanzati. Considerate che le prime lampadine a incandescenza a base di carbonio, di lunga durata ed efficienza (500 ore contro le 40 ore della lampadine di Edison), furono inventate da Alessandro Cruto nel 1880 e commercializzate con notevole successo internazionale.
Maggiori informazioni su Cruto su Baionette Librarie.

In più…

Sapevate che il primo motore a scoppio funzionante non è tedesco, ma italiano?
Lo realizzarono Eugenio Barsanti e Felice Matteucci, nel 1854.
Maggiori informazioni su Baionette Librarie.

 

This entry was posted in steamcamp. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>